Concorsi in atto
Ultimissime
Normativa sul concorso
Consigli per la preparazione
Casi assegnati
Forum
Siti di interesse
Concorso precedente
Home Page
 Cerca nel sito
 




Temi assegnati ai precedenti concorsi per notai

Concorso 1982

Atto inter vivos

Tizio, debitore a titolo di risarcimento danni nei confronti dell'associazione non riconosciuta Giardino per l'infanzia, con sede in Roma, via Nazionale n. 1, della somma di lire 30.000.000, intende trasferirle, ad estinzione del proprio debito, il locale di sua proprietà sito in Roma, via Tuscolana n. 60, posto al piano terreno, del valore di lire 50.000.000, su cui grava un mutuo fondiario di lire 20.000.000 con la Banca Nazionale del Lavoro.
L'associazione è disposta ad accettare.
Il candidato, assumendo il nome del notaio Romolo Romani con studio in Roma, via Induno n. 1, rediga in data odierna l'atto di trasferimento, conoscendo che:

1. L'associazione non riconosciuta Giardino per l'infanzia ha, mediante delibera del Consiglio direttivo in data 8 giugno 1982, delegato il proprio rappresentante legale Caio per la stipula dell'atto relativo;

2. Tizio è divenuto proprietario del locale in oggetto a seguito di successione legittima di Sempronio e conseguente divisione con gli altri coeredi;

3. Sempronio aveva usucapito l'immobile in oggetto.
Il candidato, dopo aver indicato quali adempimenti pubblicitari occorre curare che siano stati eseguiti con riferimento agli acquisti precedenti, illustri l'efficacia della trascrizione degli acquisti mortis causa, i problemi relativi all'acquisto di beni immobili da parte di associazioni non riconosciute, nonché le caratteristiche fondamentali della dazione in luogo di adempimento.

Atto mortis causa

Tizio, vedovo, senza figli né genitori, titolare di un cospicuo patrimonio, intende istituire erede universale il pronipote Caio, facendogli carico di quanto segue: istruire il ragazzo Mevio, di anni 14, figlio di un mio carissimo amico scomparso, fino a che egli non avrà conseguito una laurea in base alle sue tendenze, purché mantenga ottima condotta e amore allo studio, in quanto non intendo agevolare persona non meritevole di essere aiutata.
Intende altresì attribuire una garanzia, possibilmente reale, al suo creditore Sempronio, il quale, in un momento di grave difficoltà economica, dimostrò al testatore ampia fiducia, concedendogli un rilevante mutuo a lunga scadenza e senza alcuna garanzia.
Il candidato, assunto il nome del notaio Romolo Romani, con studio in Roma, via G. Induno n. 1, rediga in data odierna il testamento pubblico di Tizio, rispettando il più possibile la volontà del testatore, ma con le modifiche che riterrà necessarie, presumendo che il testatore sia disposto ad accettarle.
Il candidato motivi le soluzioni adottate e illustri i principi relativi al legato obbligatorio ed alla differenza tra legato e modus.

Ricorso di volontaria giurisdizione

Il notaio Romolo Romani, con studio in Roma, via G. Induno n. 1, ha ricevuto un atto di costituzione di società cooperativa a responsabilità limitata, alla quale ha partecipato una società immobiliare a responsabilità limitata.
I soci della società a responsabilità limitata sarebbero disposti, ove possibile e necessario ai fini della omologazione, a trasformare la società a responsabilità limitata in cooperativa a responsabilità limitata.
Il candidato, assunto il nome del notaio Romolo Romani, rediga, in data odierna, il ricorso per l'omologazione della società cooperativa, eventualmente - ove lo ritenga possibile e necessario - supponendo avvenuta la trasformazione della società a responsabilità limitata in cooperativa a responsabilità limitata.
Il candidato tratti della omologazione di una società cooperativa e degli adempimenti successivi, nonché della trasformazione della società, con particolare riguardo alla trasformazione della società cooperativa.